Sport & Traffico

Ultimamente mi sono dato allo sport. Crisi di mezza età? Più semplicemente voglia di rimanere in forma. Inizio estate ho ricominciato con della corsa a piedi, attività che mi ha sempre affascinato e che avevo già praticato in passato, verso fine estate ho voluto prendere una bici da strada ed iniziare a pedalare. Sono sicuro che molti di voi già praticano sport, alcuni in modo blando, per smaltire qualche chilo di troppo, altri per raggiungere il miraggio di ritrovare la splendida forma che avevano a venti anni. Essendo io un tipo decisamente realista, posso dire, in tutta onestà, di appartenere alla prima categoria.
Il punto comunque non è su quale categoria apparteniamo, fare sport è comunque un bene per noi e per il nostro corpo, il fatto è che, praticare oggi la corsa a piedi o salire su una bici, sta divenendo decisamente rischioso.
Sia con la corsa che con la bici, si possono ammirare paesaggi e stare all’aria aperta, cose che, con la macchina, rimane difficile da fare. Con la macchina siamo sempre di fretta, perennemente in ritardo e si viaggia ad alte velocità anche se non abbiamo un buon motivo per farlo. Quando saliamo in macchina e chiudiamo lo sportello, di fotto, entriamo nel regno della frenesia e dell’intolleranza.
Correndo a piedi o in bici, si ha modo di ascoltare il mondo che ci circonda, fortunati quelli che possono farlo lontano dal caos delle grandi città e dalla perenne presenza del traffico.
Cerchiamo di non dimenticare l’aspetto più importante di tutta la storia, perché: sia che si corra a piedi o si pedali in sella ad una bici, non siamo sportivi, ma potenziali bersagli di arroganti automobilisti, quei mostri che hanno sempre fredda di arrivare, che non tollerano nulla e nessuno che s’interponga tra essi e la loro meta. Loro sfrecciano, perché sono più grandi, perché in caso di una collisione al massimo avranno un graffio sulla carrozzeria e poco importa se lo sventurato va a finire a terra o in un dirupo, “poteva spostarsi”.
Concludendo, visto che si fa un gran parlare di ambiente e risparmio, proviamo a lasciare un po’ di più le nostre macchine nei garage, facciamo delle passeggiate, prendiamo le biciclette che abbiamo dimenticato nei nostri fondi o indossiamo delle scarpe comode e godiamoci di più le nostre città. Ne guadagneremo in salute e in serenità.

copyright © all rigts reserved

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *