Il Sistema siamo noi

Tra quelli che hanno iniziato a seguirmi ci sono alcuni che vorrebbero sapere qualcosa di più sul mio amico Franco e la cosa non può che farmi piacere.
Devo confessare che, la prima volta che l’ho visto, non mi aveva fatto una buona impressione. Pure io, come molti, mi ero soffermato sull’aspetto esteriore della persona e, su quello, l’avevo giudicato. Uno sbaglio, un colossale sbaglio che non ho mai più ripetuto. Non bisogna mai fermarsi alle apparenze anche perché, spesso, possono essere forvianti. Poi ho avuto modo di conoscerlo meglio e l’opinione che avevo di lui è decisamente cambiata; del resto solo gli stolti non cambiano idea.
Lui è stato per me come un fratello maggiore, una luce da seguire in un mondo di tenebre. La sua semplicità e la battuta sempre pronta, alternata alla saggezza di un uomo a cui la vita ha riservato una strada tortuosa e in salita ma che ha percorso sempre a testa alta e con dignità, sono state le cose che più ho apprezzato.
Credo che lui, come molti altri, debbano essere l’esempio da seguire per sopravvivere in mondo come il nostro. Un mondo in cui, per una donna, è quasi impossibile uscire, di sera, sola, senza correre il rischio di essere aggredita o violentata. Dove un genitore è in ansia per il figlio che tarda a rientrare. Persone costrette a vivere nelle proprie abitazioni trasformate in prigioni, spaventate dal pensiero che, ancora una volta, dei ladri possano violare la sua casa o che non si possa più andare alla stadio per vedere una partita senza temere per la propria incolumità.
Personalmente sono dell’idea che, quando accadono fatti del genere, non possiamo prendercela sempre e solo con il giudice che ha rimesso in libertà un pregiudicato, con le forze dell’ordine che non ci tutelano o con lo stato.
Non fermiamoci a giudicare il singolo caso, allarghiamo la nostra visuale. Le cause vanno cercate molto più a monte e smettiamola di dare la colpa sempre ad altri.
Se un politico ha fatto delle leggi sbagliate la colpa è anche nostra che lo abbiamo votato. Non nascondiamo la testa sotto terra come gli struzzi e non cerchiamo di ripulirci la coscienza andando la domenica in Chiesa confessando ad un prete i nostri peccati minori.
La causa di quello che sta accadendo è sì colpa del sistema che sta collassando, ma non dimentichiamoci che il sistema siamo noi.
Siamo noi che stiamo spingendo verso il baratro la società e solo noi possiamo arrestare questa folle corsa.
Apriamo gli occhi, diamoci da fare, non rimaniamo ad aspettare un qualche super eroe che ci porti in salvo.

I super eroi esistono solo nei fumetti.

copyright © all rigts reserved

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *